Uso sostenibile delle risorse e dell’energia

SCHOTT Flat Glass è fortemente impegnata nella tutela dell’ambiente, con particolare attenzione all’ottimizzazione dell’impiego delle risorse in fase di produzione. Compiamo ogni possibile sforzo per organizzare e ottimizzare i processi produttivi in modo che richiedano la minima quantità possibile di materie prime ed energia. Negli ultimi anni abbiamo implementato diversi programmi che sono diventati la base per cambiamenti tecnici che ci permettono di monitorare in modo sistematico i livelli di consumo di risorse ed energia.

La nostra attenzione si concentra su:

cellula solare

Consumo di energia elettrica

SCHOTT Flat Glass punta a ottenere una produzione decisamente efficiente da un punto di vista energetico. A questo scopo, esaminiamo costantemente i profili di consumo e di fabbisogno energetico attraverso audit energetici, che puntano a stilare una panoramica dei consumi energetici, evidenziando i possibili potenziali di miglioramento. Ecco alcuni esempi delle misure stabilite:
  • incremento della consapevolezza dei consumi energetici tra i dipendenti
  • definizione di un piano di gestione dei carichi elettrici
  • ottimizzazione dei carichi dei forni
  • utilizzo di apparecchiature a basso consumo

Energia rinnovabile in SCHOTT Flat Glass

SCHOTT continua a incrementare e ampliare il proprio impegno ecologico introducendo tecnologie eco-compatibili. Un esempio su tutti, portatore del pensiero ecologico SCHOTT: l’utilizzo di energia solare.
Per utilizzare questa fonte di energia rinnovabile, nel gennaio 2012 SCHOTT Flat Glass ha installato un impianto a pannelli fotovoltaici sul tetto del sito produttivo SCHOTT Italvetro a Borgo a Mozzano, Italia. L’impianto è in grado di produrre circa 780.000 kWp di energia pulita all’anno grazie a 851 moduli fotovoltaici SCHOTT Solar. L’energia prodotta viene utilizzata per i processi produttivi.
Consumo di risorse idriche

Consumo di risorse idriche

Nella produzione di vetro, l’acqua viene utilizzata principalmente per il raffreddamento e il taglio del vetro. Abbiamo sapientemente indirizzato i nostri processi allo scopo di ridurre al minimo il consumo di risorse idriche. Eseguiamo con regolarità audit energetiche nei nostri stabilimenti per controllare il consumo di acqua e mapparne i potenziali di riduzione. A titolo esemplificativo, ecco alcune delle misure implementate negli ultimi anni:
  • controllo della rete idrica per eliminare eventuali perdite
  • ottimizzazione dei macchinari per ridurre fuoriuscite di acqua
  • implementazione di circuiti idraulici chiusi in diverse sedi

La misura che ha registrato l’impatto maggiore sulla riduzione dei consumi idrici è stata l’introduzione di impianti idraulici a circuito chiuso.

riciclaggio

Gestione dei rifiuti e riciclaggio del vetro

Così come avviene in qualsiasi processo produttivo, anche noi generiamo una certa quantità di rifiuti. Da molti anni cogliamo ogni possibile occasione per ridurre la produzione di rifiuti e differenziarli un due categorie principali: pericolosi e non pericolosi.

Rifiuti non pericolosi

La maggior parte dei rifiuti generati dai nostri processi è composta da vetro. Perseguiamo due obiettivi: ridurre la quantità di rifiuti derivanti dalla produzione e incrementare il tasso di riciclaggio del vetro scartato.
Il processo di taglio rappresenta un’area importante per la riduzione degli scarti vetrosi. Da molti anni ormai ci avvaliamo di processi computerizzati per ottimizzare il processo di taglio del vetro. Inoltre, verifichiamo sistematicamente tutti gli altri processi per ridurre la quantità di vetro scartato.

Rifiuti pericolosi

Il tasso di rifiuti pericolosi rispetto alle altre tipologie di rifiuti è minimo (tra l’1,5 e il 3 percento circa). Attraverso un’incessante opera di ricerca, puntiamo a limitare e sostituire i materiali pericolosi utilizzati nei processi produttivi.

Riciclaggio del vetro di scarto

Uno dei maggiori vantaggi del vetro è che è “infinitamente riciclabile”. In base al tipo di vetro, fino al 95 percento del vetro di scarto proveniente dai nostri stabilimenti viene riciclato nella produzione di vetro nuovo. Gli scarti vetrosi vengono classificati e separati in base alla loro composizione (ad esempio, vetro stampato e vetro non stampato). Il vetro viene, quindi, riciclato nella produzione di vetri piani o di bottiglie di vetro, oltre che in materiali isolanti destinati all’industria dell’edilizia.
Vernici prive di metalli pesanti

Vernici prive di metalli pesanti

La compatibilità ambientale rappresenta un fattore determinante nella selezione dei materiali, delle tecnologie e dei metodi produttivi.
In quanto produttore di vetri piani decorati, per SCHOTT la vernice rappresenta uno dei materiali maggiormente utilizzati. Le vernici standard spesso contengono solventi, leganti, conservanti e additivi contenenti metalli pesanti. Ove possibile, per la produzione dei nostri articoli abbiamo sostituito le vernici contenenti metalli pesanti con vernici che ne sono prive. Oggi, più del 90 percento delle vernici da noi utilizzate è privo di metalli pesanti, anche laddove questo non sia richiesto dalle leggi vigenti in materia. Il nostro obiettivo è di arrivare a utilizzare solo vernici eco-compatibili.
Vernici prive di metalli pesanti
Direttiva UE 2002/95/EC “RoHS”

Conformità RoHS e REACH

SCHOTT soddisfa i requisiti della Direttiva UE 2002/95/EC “RoHS” per la limitazione dell’utilizzo di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. SCHOTT si è, inoltre, assunta la responsabilità di rispettare e tutelare l’ambiente in seno alle disposizioni del regolamento UE REACH (Registration, Evaluation, Authorization and Restriction of Chemicals) per la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche. SCHOTT garantisce che tutti i prodotti del gruppo sono conformi agli attuali requisiti legislativi, nonché a quelli previsti per il futuro.
Contatto
SCHOTT Italvetro S.r.l.
Via del Brennero
55023 Borgo a Mozzano
(Lucca)
Italia
E-Mail to SCHOTT+39 (0) 583 80 721